serie I.II.XI: Titolo XI – Ordinazioni


sec. XVI - 1954 dic. 18

323 buste, 10 registri, con 13 pergamene (spoglio fino al 1700)

 
La serie conserva la documentazione riguardante le ordinazioni ai vari gradi ecclesiastici, che prevedevano, fino al concilio Vaticano II, la tonsura, quattro ordini minori (ostiariato, lettorato, esorcistato, accolitato) e tre ordini maggiori (suddiaconato, diaconato e presbiterato) (1).
 
Il materiale è suddiviso in tre sottoserie:
  • sottoserie I, fascicoli relativi alle ordinazioni del clero secolare e di quello regolare dal secolo XVII (non completo) fino al 1903 e solo del clero secolare dal 1904 al 1941.
    Per il secolo XVI rimane un modulo a stampa del vescovo di Como, Giovanni Antonio Volpi, riguardante il conferimento della tonsura (2);
  • sottoserie II, fascicoli relativi alle ordinazioni del clero regolare dal 1904 al 1941; 
  • sottoserie III, registri con i nomi degli ordinandi, sia del clero secolare che di quello regolare, 1702 - 1954 (consultabile fino al 1941).
DESCRIZIONE DELLE SOTTOSERIE I E II E INVENTARIO ANALITICO DELLA SOTTOSERIE III CON SCHEDE DEI REGISTRI IN BeWeb (aprire l'albero a sinistra dello schermo e posizionarsi su “serie I.II.XI“).
 

Fruizione
 
Strumenti di corredo:
Saverio Xeres, Anna Rossi, Curia vescovile di Como. Ordinazioni. Elenchi degli ordinandi divisi per anno, inventari nn. 20/1-20/6, con inventario dei registri, voll. 6, anni Novanta sec. XX, 2019, sala di consultazione.


__________________________

Note
(1) L’età minima prevista era di sette anni per la tonsura, l’ostiariato, il lettorato e l’esorcistato, dodici per l’accolitato, ventidue per il suddiaconato, ventitré per il diaconato e venticinque per il presbiterato.
(2) Norme per le ordinazioni sono contenute nell’«Editto della sacra ordinatione» del vescovo Filippo Archinti (fotocopia in Asdc, Curia vescovile, Titolo VIII, Circolari vescovili, busta 1, fasc. 1).